La scuola in ospedale a Torino: l'organizzazione didattica

l numero degli studenti che fruiscono del servizio scolastico in Ospedale è variabile e dipende dall’andamento dei ricoveri e delle terapie: nel corso dell’anno scolastico, nelle presenze, si alternano momenti di punta ad altri di maggior calma.
I docenti provvedono alla registrazione giornaliera delle presenze e compilano regolarmente i registri con le indicazioni delle attività svolte.

Le modalità di partecipazione alla scuola ospedaliera sono diversificate a seconda dell'ordine di scuola.

Scuola dell'infanzia
Il servizio di scuola dell’infanzia è rivolto ai pazienti più piccoli (dai 3 ai 6 anni) nasce nel 2000 come progetto sperimentale voluto dalla scuola materna statale di Via Garessio e diventa organico di diritto nell’anno 2005. Dopo il ricovero la famiglia può iscrivere il bambino, con apposito modulo, alla scuola dell’ infanzia in ospedale.
 La maestra si presenta al bambino con una "magica" valigia e un computer. L’insegnante si propone di offrire un valore significativo di apprendimento, socializzazione ed animazione, con particolare attenzione alle esigenze esistenti in Clinica ed a quelle di ogni singolo paziente, adottando strategie didattiche e impiegando strumenti capaci di catturare l’attenzione e l’interesse dei bambini.

 

Scuola primaria

  1. Al momento del ricovero i familiari del nuovo alunno richiedono, con apposito modulo, il servizio di Scuola Ospedaliera. Se necessario, i docenti predispongono i contatti con la scuola di provenienza ed organizzano le attività didattiche in base alle indicazioni fornite dagli insegnanti di classe del bambino.Al momento della dimissione viene fornita una certificazione della frequenza scolastico in ospedale, in cui sono descritte brevemente le attività svolte e i risultati raggiunti dall’alunno.
  2. Si prevede la regolare iscrizione di tutti gli alunni impossibilitati a frequentare la scuola a causa del protrarsi della malattia e delle terapie. La programmazione è sempre individualizzata e quanto più aderente possibile a quella seguita dalla classe (di cui si richiede regolarmente l’invio alla scuola in ospedale).Le attività didattiche proposte all’alunno tengono sempre conto di alcuni fattori:
        • L’andamento della malattia
        • Gli aspetti psicologici del ricovero e della patologia
        • I tempi, i ritmi e le conseguenze delle terapie e dei ricoveri
        • Il monitoraggio dei risultati raggiunti dall’alunno
  3. E’ presente, in ospedale, l’insegnante elementare di Religione con una cattedra parziale, per un totale di 10 ore settimanali, che svolge le lezioni con gli alunni dei reparti di Oncologia e di Ematologia che ne fanno esplicita richiesta. La valutazione intermedia e quella di fine anno scolastico sono di pertinenza della scuola di appartenenza del bambino. Nei casi in cui si renda necessario richiedere il “Nulla Osta” per effettuare l’iscrizione ufficiale alla s.e.s. “Vittorino da Feltre” (di cui è succursale la scuola in ospedale) la decisione viene sempre concordata tra tutti i soggetti coinvolti nell’azione della scuola (i docenti ed i familiari).

Si effettua l’iscrizione alla scuola in ospedale di qualsiasi alunno, per il quale sia evidente il bisogno, anche momentaneo, di fruire di un servizio scolastico adeguato alle sue esigenze personali.
In tutti i casi, i docenti ospedalieri fanno pervenire una dettagliata “Relazione di valutazione”, in cui compaiono i loro giudizi, relativi alle varie discipline presenti nella scheda di valutazione del M.P.I.

 

Scuola secondaria di primo grado

  • Al momento del ricovero i familiari del nuovo alunno richiedono, con apposito modulo, il servizio di scuola ospedaliera. I docenti predispongono i contatti con la scuola di appartenenza ed organizzano le attività didattiche in base alle indicazioni fornite dagli insegnanti curricolari dell’alunno. Vengono compilati i moduli di comunicazione e spediti alle scuole di appartenenza, fornendo così in tempo utile indicazioni circa gli argomenti svolti, gli obiettivi conseguiti, le valutazioni effettuate. La valutazione finale resta di competenza della scuola di appartenenza.
  • E’ prevista regolare iscrizione per gli alunni impossibilitati a frequentare la scuola a causa del protrarsi della malattia e delle cure. I piani di lavoro, individualizzati e flessibili, tengono conto di alcuni fattori:

    1. andamento della malattia
    2. implicazioni psicologiche
    3. tempi e conseguenze delle terapie e dei ricoveri
    4. reali possibilità dell’alunno a seguire le lezioni attraverso attento monitoraggio
    La valutazione è di competenza della scuola ospedaliera: scrutini, esami di licenza ed, eventualmente, di idoneità.

 

Scuola secondaria di secondo grado

Vengono predisposti, per gli studenti che chiedono di avvalersi del servizio scolastico ospedaliero, in collaborazione tra docenti ospedalieri e Consiglio di Classe di appartenenza, progetti formativi personalizzati con abilità e conoscenze minime, rivedibili in itinere, secondo le modalità già descritte per gli altri ordini di scuola. La valutazione interquadrimestrale e di fine anno, a differenza della scuola dell’obbligo, avviene sempre da parte della scuola di provenienza del ragazzo. Il progetto formativo elaborato dai docenti della scuola superiore ospedaliera, prevede la collaborazione attiva con la scuola di appartenenza del ragazzo fino a quando questi è “in terapia”, mentre non sono previsti interventi “off terapy”. Le modalità descritte hanno la funzione di dare continuità alla realtà scolastica del singolo allievo. I docenti responsabili delle classi o dei reparti curano i rapporti con le famiglie e le scuole d’origine, l’aggiornamento delle iscrizioni, la raccolta e lo scambio delle informazioni, il raccordo tra le scuole, la Direzione Sanitaria dell’Ospedale, gli enti di volontariato, la formazione e l’inserimento dei nuovi docenti, la cura delle numerose e diversificate iniziative organizzate a sostegno della scuola ospedaliera. Nelle attività della scuola ospedaliera ai normali consigli di classe si aggiungono le riunioni periodiche con i medici e le altre istituzioni scolastiche.

L’attività educativa in ospedale è caratterizzata da alcuni aspetti peculiari che ne condizionano la realizzazione:

- situazioni eterogenee e imprevedibili della vita ospedaliera (malattia e dolore; ritmi e scansioni delle cure, intervento di figure professionali….)

- modalità di lavoro sostanzialmente diverse rispetto la scuola tradizionale (lavoro prevalentemente individualizzato o a piccoli gruppi, convivenza di allievi di età diversa, presenza di genitori ed operatori durante le lezioni….)

- la particolare situazione dell’alunno ricoverato:

  * psicologica: distacco dalla vita familiare e scolastica, paura ed apprensione per la propria salute e  per il futuro, regressioni, adattamento alla vita ospedaliera…..

  * fisica: invalidità temporanea, effetti delle cure…

Nel lungo arco di tempo di esistenza della scuola ospedaliera, si è andata consolidando una forte professionalità da parte dei docenti coinvolti, diversificata da quella tradizionale, dipendente dal particolare contesto in cui si opera.
Ai docenti ospedalieri infatti compete:
1. La gestione di complesse dinamiche relazionali con la direzione sanitaria, il personale medico e paramedico, gli alunni in condizione di malattia ed i loro famigliari, la scuola di provenienza, gli enti collegati.
2. La corretta percezione del proprio ruolo in situazioni particolarmente coinvolgenti.
3. La capacità di adattamento al modificarsi improvviso delle situazioni e al conseguente adeguamento della didattica, dei metodi e dei contenuti.
4. L’autonomia nella gestione e organizzazione del lavoro.
Periodicamente vengono organizzate attività di formazione, diversificate per contenuti, tempi e finalità, mirate all’acquisizione da parte dei docenti ospedalieri di una maggiore flessibilità rispetto al ruolo tradizionale dell’insegnante e di una adeguata autonomia di lavoro unitamente alla responsabilità personale per il difficile e delicato compito.

Global News

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by Age Themes