La scuola in ospedale a Torino: le tecnologie multimediali

L’attività didattica della scuola ospedaliera torinese si caratterizza inoltre per il diffuso uso delle tecnologie multimediali.
La multimedialità, ed in particolar modo l’informatica, costituiscono un sostegno importante per la didattica in ospedale, in quanto consentono di realizzare forme di studio più coinvolgenti e motivanti, di superare limiti fisici imposti dalla malattia, di organizzare in modo ottimale i materiali di lavoro del docente e dello studente. Dal 1996, grazie al “Progetto Torino 2000”, frutto della collaborazione tra il Comune di Torino e la Telecom, al sostegno di alcune Fondazioni ed Associazioni di Volontariato, la scuola ospedaliera è dotata di adeguate attrezzature multimediali, postazioni informatiche fisse sono allestite presso i reparti, mentre i docenti possono disporre di PC portatili a sostegno del loro lavoro e di quello degli alunni.
A fianco delle tradizionali attività di studio, annualmente vengono sviluppati progetti di sperimentazione nell’uso delle tecnologie per l’insegnamento a distanza. Gli alunni possono usufruire del sistema di posta elettronica per mantenere i contatti con le scuole di appartenenza, seguire lezioni in video conferenza, utilizzare software didattici. L’utilizzo di software, come ad esempio Fle3, ha permesso la realizzazione di esperienze di didattica collaborativa e condivisa a distanza.
Dall'anno scolastico 2008/2009, a seguito di sperimentazione, i docenti della scuola secondaria di primo grado, fanno uso del registro elettronico
Nel corso degli anni sono stati realizzati diversi prodotti multimediali. In particolare per i videoclip ci si è rivolti al Laboratorio dell'Immagine “Millelire” di Torino coordinato dall'Assessorato al Sistema Educativo del Comune. Il laboratorio dell’Immagine “Millelire” dal 1978 promuove attività sulla comunicazione finalizzate alla produzione di video e film di animazione, con metodologie che hanno lo scopo di sviluppare le capacità critiche dei ragazzi, favorire la socializzazione, la cooperazione e lo sviluppo di rapporti interpersonali positivi. La metodologia del laboratorio è quella "dell'apprendere giocando e producendo", cioè facendo, sperimentando, manipolando e mettendo in moto il laboratorio mentale che c'è in ognuno di noi, grandi e piccoli.
Attualmente il Laboratorio è gestito da un gruppo di insegnanti, dipendenti dal Comune di Torino e realizza :
• produzioni audiovisive sperimentali
• percorsi didattici
• corsi di formazione per insegnanti ed educatori
• attività per le famiglie
• consulenze.
Grazie al contributo della Fondazione CRT e della D.G.R. Piemonte, alla collaborazione del CSI Piemonte, e del CSP, è stato avviato un nuovo progetto per la realizzazione della rete telematica delle scuole ospedaliere piemontesi. Tale progetto si affianca all’iniziativa del M.P.I. HSH@Network che ha permesso di fornire alcuni portatili ai docenti e agli alunni delle sezioni ospedaliere. Le scuole provinciali e le aziende ospedaliere si stanno attivando per dotare le sezioni in ospedale di linee telematiche per il collegamento con le classi di provenienza degli alunni ricoverati; lo stesso impegno esiste per il collegamento tra l’abitazione del ragazzo malato e la sua classe.

Global News

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by Age Themes