Gruppo rete regionale

Con Decreto del Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, è stato costituito un Gruppo Tecnico di lavoro regionale per la scuola in ospedale con i compiti di raccordare, monitorare e coordinare ogni iniziativa che favorisca la tutela dei diritti allo studio, all’istruzione e dalla formazione degli alunni ammalati in ambito ospedaliero (day-hospital inclusi) e domiciliare.
Il Gruppo è composto dal Dirigente Scolastico della Scuola Polo, dai Dirigenti Scolastici delle scuole con sezione ospedaliera presenti sul territorio regionale piemontese, dal referente regionale per la scuola in ospedale e da un dirigente dell'USR.
Il Gruppo di norma opera presso la Scuola Polo, pur avendo l’autonomia di riunirsi, secondo le necessità, in altre sedi ritenute più idonee; periodicamente riferisce alla DGR del Piemonte sull’attività posta in essere e sulle problematiche affrontate, se necessario presentando specifiche motivate proposte.

La Scuola Polo garantisce lo svolgimento delle funzioni e dei compiti ad essi assegnati dalla vigente normativa ministeriale:

  • Curare i contatti, attraverso il docente referente, con le altre scuole in ospedale della regione e con il comitato scientifico nazionale istituito presso il M.P.I.
  • Raccogliere dati sui modelli organizzativi delle altre scuole in ospedale, anche in riferimento all’integrazione del lavoro scolastico con quello delle strutture sanitarie e delle istituzioni territoriali coinvolte
  • Reperire il materiale, soprattutto quello multimediale ed il software didattico, usato o prodotto dalle scuole
  • Valorizzare i progetti ed il materiale elaborato attraverso un sostegno anche tecnico ai lavori
  • Inviare, successivamente, al comitato scientifico nazionale il materiale didattico raccolto e selezionato

La Scuola Polo per il Piemonte è l'I.C. “Peyron”, V. Valenza, 71 - Torino

 


La guida ai servizi offerti nella Regione Piemonte nella Scuola in Ospedale e per il Servizio Domiciliare

scarica la guida


La scuola in ospedale - Regione Piemonte

La scuola in ospedale è una struttura complessa, basata su principi di flessibilità ed adattabilità, che richiede ai docenti che vi operano una professionalità diversa rispetto a quella esercitata in situazioni più tradizionali. In ambito regionale la scuola ospedaliera presenta aspetti strutturali e morfologici diversificati e modulati sulla base delle rispettive realtà locali, ma ovunque è supportata da esempi di professionalità, impegno, capacità di tradurre le problematiche in occasione di ricerca e di innovazione. L’utilizzo di forme diverse ed integrate di didattica è generalizzato, così come l’apertura verso nuovi modelli organizzativi cooperativi (con le aziende ospedaliere ospitanti, le altre istituzioni scolastiche, gli enti pubblici e privati, le associazioni di volontariato, gli enti sostenitori e finanziatori), come dimostrato dalle esperienze progettuali realizzate dalle scuole ospedaliere della Regione Piemonte.
L’utilizzo delle nuove tecnologie, in particolar modo dell’informatica, ha permesso di valorizzare il ruolo del docente.
Precorrendo i tempi dell’autonomia, la scuola in ospedale del Piemonte ha realizzato forme organizzative innovative e sperimentato esperienze didattiche avanzate. In questo ambito gli insegnanti ospedalieri di ogni ordine e grado, a causa della particolare situazione operativa, sono stati coinvolti nel tempo in un’azione articolata e coinvolgente, per realizzare quella continuità e verticalità dei curricoli da tempo auspicata con un’azione di formazione continua, indispensabile al conseguimento delle competenze richieste. Per conseguire gli obiettivi stabiliti, realizzare forme di insegnamento adeguate e modulare l’azione didattica rispetto ai differenti tempi ed ai ritmi imposti dalla malattia, la scuola in ospedale ha dovuto confrontarsi con strumenti e sussidi diversi rispetto a quelli tradizionali, costruendo strategie e percorsi dove attività di studio tradizionale, gioco e multimedialità si intrecciano offrendo, ciascuno secondo le proprie peculiarità, supporto, stimolo e potenzialità all’azione del docente. L’utilizzo delle tecnologie nella didattica ospedaliera ha consentito di ovviare, almeno in parte, a numerosi problemi, collegati alla particolare condizione psico – fisica dell’alunno in situazione di malattia. Tra i tanti vantaggi che si potrebbero enunciare a sostegno dell’utilizzo delle tecnologie multimediali, va evidenziato quello di ridurre l’isolamento degli alunni in situazione di malattia, consentendo loro di mantenere la continuità dei rapporti sia con l’ambiente di provenienza (famiglia, scuola,..), sia con il mondo esterno, attraverso esperienze che diversamente sarebbero loro precluse. La videoconferenza e la teledidattica ricoprono un ruolo fondamentale, come dimostrato dalle sperimentazioni sinora compiute.
Allegati:
Scarica questo file (LIBRO.pdf)La guida ai servizi offerti nella Regione Piemonte nella Scuola in Ospedale e pe[La guida ai servizi offerti nella Regione Piemonte nella Scuola in Ospedale e per il Servizio Domiciliare]

Global News

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by Age Themes