Normativa

Il funzionamento del servizio scolastico ospedaliero è regolato da alcuni provvedimenti normativi consultabili agli indirizzi:

 
Per meglio orientare la vostra ricerca vi forniamo alcune sintetiche indicazioni:

C.M. n. 353 del 7 agosto 1998. Ha per oggetto il servizio scolastico nelle strutture ospedaliere e detta principi di tipo organizzativo e relativi al funzionamento concreto della scuola in ospedale.

Protocollo d’intesa del 27 settembre 2000 tra il Ministero della Pubblica Istruzione, della Sanità e della Solidarietà Sociale in merito alla “ tutela dei diritti alla salute, al gioco, all’Istruzione ed al mantenimento delle relazioni affettive ed amicali dei cittadini di minore età malati”.

Protocollo d’intesa tra i Ministeri della Pubblica Istruzione, della Sanità e per i Beni e le Attività culturali del 23 febbraio 2001. I tre Ministeri si impegnano a promuovere e a favorire iniziative culturali, artistiche, ludiche nelle scuole in ospedale.

C.M. n. 43 del 26 febbraio 2001. Sono offerte indicazioni operative in riferimento al Protocollo d’intesa del 27/09/00, in particolare sulla pariteticità del rapporto tra scuola in ospedale e scuola di provenienza, sullo scambio di informazioni e dati tra di esse, sulla competenza dello scrutinio e degli esami, nonché sulla prevista estensione delle scuole ospedaliere anche all’istruzione secondaria di secondo grado.

C.M. n. 149 del 10 ottobre 2001. Si individuano tra gli interventi prioritari per l’assegnazione del “fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi” ai sensi della legge 440/97 le iniziative per il potenziamento della scuola in ospedale. Si affrontano le tematiche della istruzione domiciliare e della formazione del personale impiegato nelle scuole in ospedale. Vengono infine identificate sul territorio le “scuole polo” regionali.

C.M. n. 84 del 22 luglio 2002. Sono fornite indicazioni sulla ripartizione delle risorse finanziarie del 2002 - 2003 per le iniziative volte al potenziamento e alla qualificazione dell’offerta di integrazione scolastica degli alunni ricoverati o seguiti in regime di day-hospital. Si affrontano le tematiche dell’istruzione domiciliare e dell’aggiornamento dei docenti ospedalieri.

Legge 28 Marzo 2003, n. 53 recante “Delega al Governo per la definizione delle norme generali sull’istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e di formazione professionale”.

C.M. n. 56 del 4 luglio 2003. la scuola in ospedale e il servizio di istruzione domiciliare. Esercizio finanziario 2003 Legge n. 440/97- Iniziative volte al potenziamento ed alla qualificazione dell’offerta di integrazione scolastica degli alunni ricoverati in ospedale o seguiti in regime di day-hospital.

Nota 25 agosto 2003, prot.n.696 in merito "all’ individuazione delle scuole polo regionali".

Decreto Legislativo 19 febbraio 2004, n.59 recante “Definizione delle norme generali relative alla scuola dell’infanzia e al primo ciclo dell’istruzione, a narma dell’art.1 della Legge 28 marzo 2003, n.53”.

Protocollo d’intesa M.I.U.R. – Ministero della Salute in merito “alle iniziative volte a garantire la presa in carico globale dei minori malati, sia sotto l'aspetto sanitario che scolastico; potenziamento del servizio scolastico domiciliare “.

Piano Sanitario Nazionale 2002 - 2004, parte II, punto 4 in merito alla salute e il sociale.

Decreto Dirigenziale 13 ottobre 2004 in merito “alla costituzione del Comitato Tecnico Scuola in Ospedale con compiti di coordinamento, monitoraggio e sostegno alle attività di scuola in ospedale e servizio di istruzione domiciliare”.

Nota 7dicembre 2004, prot. 5526 in merito a “Iniziative volte al potenziamento ed alla qualificazione dell’offerta scolastica degli alunni ricoverati in ospedale o seguiti in regime di day-hospital (L.440/97). Anni scolastici 02/03 e 03/04. Rilevazione dati”.

Nota Prot. n. 4007 del 14 giugno 2005 in merito a “Iniziative volte al potenziamento ed alla qualificazione dell'offerta di integrazione scolastica degli alunni ricoverati in ospedale o seguiti in regime di day-hospital. (Legge 440/97) Anno scolastico 2004/05.”

Nota ministeriale prot. n. 122 del 13 gennaio 2009 sui compensi ai docenti delle scuole ospedaliere


Si veda anche:

Protocollo d’intesa M.I.U.R. – Ministero della Salute in merito “ alle iniziative volte a garantire la presa in carico globale dei minori malati, sia sotto l’aspetto sanitario che scolastico; potenziamento del servizio scolastico domiciliare”

Progetto di ricerca Ministeriale “La scuola in ospedale come laboratorio per le innovazioni nella didattica e nell’organizzazione” iniziato nell’anno scolastico 2001/2002;

Progetto HSH@Network> ( Hospital School Home Network ) e relative Note Ministeriali:

       

NORMATIVA U.S.R. Piemonte

Decreto 11 dicembre 2003, prot.n 8984/P/A36, prevede la costituzione del gruppo Tecnico di lavoro regionale con compiti di raccordo, coordinamento, monitoraggio di ogni iniziativa che favorisca la tutela dei diritti allo studio, all’istruzione, e alla formazione degli alunni ammalati in ambito ospedaliero (day-hospital compreso) e domiciliare;

Decreto 27 ottobre 2004, prot n. 7452/P/A36/1, relativo all’ampliamento del gruppo tecnico di lavoro regionale con l’inserimento dei referenti di Asti, Biella e Vercelli e del rappresentante dell’USR;

C.R. 16 febbraio 2004, n. 37, “Scuola in ospedale e istruzione domiciliare”: elenco scuole ospedaliere attivate in Piemonte e loro funzioni;

Decreto 2 marzo 2004, prot. n. 1281/1/P/A36, “Scuola in ospedale e istruzione domiciliare”: istituisce una commissione tecnica regionale per la valutazione dei progetti di istruzione domiciliare da presentare all’USR per l’ammissione al contributo ai sensi della C.R. 37/04;

C.R. 5 agosto 2004, n. 185, calendario conferenze di servizio “Scuole in Ospedale e Istruzione Domiciliare”, settembre 2004;

Decreto 27 ottobre 2004, prot.n. 8148/P/C14, assegna alle istituzioni scolastiche fondi per ogni docente in organico operante nelle sezioni ospedaliere

Decreto 27 ottobre 2004, prot.n. 8149/P/C14, suddivide fra i CSA della Regione Piemonte la quota ex L. 440/97;

Decreto 12 novembre 2004, prot.n. 8651/P/A2, rinnovo della Commissione Tecnica Regionale di valutazione e monitoraggio progetti di istruzione domiciliare;

Nota 15 febbraio 2005, prot.n. 2575/P/C14, trasmette ai singoli CSA i progetti di istruzione domiciliare, ammessi al contributo regionale;

Nota 18 febbraio 2005, prot.n. 2685/P/C14, “Finanziamenti alle scuole in tema di istruzione domiciliare” – indicazioni e suggerimenti

Nota 28 aprile 2005, prot.n. 1798 e 1799, “modalità operative su Istruzione Domiciliare e attivazione linea ADSL";

C.R. n. 376 prot. n. 1281/P/A36 del26 ottobre2005
http://www.piemonte.istruzione.it/normativa/2005/102005/cr376.shtml

C.R. n. 392 prot. n. 119997P/C”/ dell’11 novembre 2005 con tre allegati, sulle modalità operative-attivazione linee ADSL presso il domicilio dello studente reperibili all’indirizzo:
http://www.piemonte.istruzione.it/normativa/2005/112005/cr392.shtml

C.R. n. 454 prot. n. 15164/P/A36 del 14 dicembre 2007 con allegati
C.R. n. 359 prot. n.  11387/P/A36 del 16 novembre 2009
Allegati:
Scarica questo file (Nota.doc)Nota ministeriale[Nota ministeriale]

Global News

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by Age Themes