La scuola in ospedale a Biella: metodologia

Si attuerà una programmazione didattica il più possibile aderente a quella della scuola di appartenenza (anche con il supporto delle tecnologie informatiche), per garantire l'istruzione all'alunno ammalato con un aiuto personalizzato e mirato, finalizzando gli interventi verso un insegnamento e un apprendimento individualizzati, con particolare riguardo alle problematiche motivazionali, psicologiche e materiali del bambino con problemi di salute.

I momenti di dialogo, gli interventi educativo-didattici, le attività, i laboratori, saranno organizzati nel rispetto delle caratteristiche individuali e dello stato psicofisico di ogni alunno, saranno mirati, brevi e rispettosi, strutturati prendendo spunto dagli interessi e dai desideri del bambino stesso.

Si proporranno attività ludiche significative e divertenti, giochi di logica, laboratori manipolativi, pittorici, espressivi, collage, giochi espressivi, attività pittoriche e musicali, e/o attività didattiche specifiche.

Fondamentale risulterà il coinvolgimento della famiglia, dei medici, del personale paramedico, degli insegnanti e dei compagni di classe, al fine di creare una sinergia il più proficua possibile per far vivere al bambino ammalato un'esperienza positiva.

L'intervento formativo e didattico sarà articolato in collegamento con il lavoro di classe e/o sezione, possibilmente anche attraverso le metodologie multimediali.

Con il supporto di tecnologie informatiche, fotocamere e videocamere, le attività verranno documentate ed eventualmente esposte in reparto.

In particolare, nella pratica organizzativa, la docente:

  • coglierà i bisogni espressivi e ludici del bambino attraverso un'attenta e precisa osservazione;

  • offrirà stimoli educativi che aiutino il bambino a liberarsi di ansia, insicurezza, disagio, paura ed accrescano la fiducia in sé;

  • valorizzerà le capacità psico-fisiche esistenti, al fine di equilibrare quelle mancanti;

  • stimolerà la socializzazione per creare un clima di condivisione della malattia e di rispetto reciproco;

  • adeguerà ed organizzerà gli strumenti di lavoro in base alla particolare situazione;

  • potenzierà l'azione educativa;

  • consentirà ed indurrà gli alunni degenti ad avere contatti con la scuola di appartenenza, realizzando forme di comunicazione con la realtà esterna.

Global News

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by Age Themes