Hyperfilm

Nell'ambito del "Progetto Torino2000" è stato sperimentato l'utilizzo di un nuovo strumento didattico, l'Hyperfilm.
Dopo un breve periodo di formazione, il gruppo dei docenti impegnato nella realizzazione del Progetto SeT, ha utilizzato questo software con due finalità:

- Documentare il lavoro dei docenti

- Sperimentarne l'utilizzo nella didattica

L'ambiente di lavoro per realizzare iperfilm è stato prodotto ed inizialmente sperimentato all'interno del progetto "Crescere in città con Torino 2000".
All'interno della comunità virtuale di "Crescere in città con Torino 2000" la realizzazione di hyperfilm si configura infatti come uno dei percorsi, inserito in progetti cooperativi più articolati, che prevedono l'utilizzo di strumenti di condivisione accessibili attraverso una connessione ed un impianto organizzativo a largo raggio (strutturazione di una zona comune di rete per la pubblicazione e lo scambio di materiali -FTP-, possibilità di comunicazione sincrona -videoconferenza- e di interazione uno/molti verso tutti i soggetti della rete -streaming-, scambio di messaggi via e-mail e condivisione sincrona di applicativi).
La rete a larga banda permette infatti di gestire con facilità materiali multimediali "pesanti", scaricare immagini, suoni e filmati dalla rete, ed inoltre, dato che la rete ADSL non è una connessione "a tempo", facilita l'utilizzo dell'ambiente di lavoro per realizzare hyperfilm quale stimolo per attività didattiche di ricerca di rete, occasione per acquisizione di abilità di studio, ricerca ed elaborazione delle informazioni.
Si tratta di un'ottica che globalmente supporta le caratteristiche di flessibilità di tale strumento e ne potenzia l'aspetto di modello comunicativo aperto, implementabile, cooperativo.
Produrre iperfilm significa intervenire su aspetti strutturali di un filmato -sia esso di tipo narrativo o espositivo- comporre, inventare e tracciare una "zona creativa" aperta, nella quale si intrecciano linguaggi differenti. L'iperfilm si configura pertanto come un "manufatto informativo" più esteso e potente sotto il profilo cognitivo e comunicativo.
La struttura iperfilmica, che si connota come aperta, implementabile ed accattivante dal punto di vista comunicativo per la varietà dei codici espressivi e per la predominanza dell'elemento visivo-immediato-intuitivo, è stata utilizzata per raccogliere materiali e documentare alcune attività didattiche"


Il brano è stato tratto da: www.to2000.it/didattica.
Si ringrazia vivamente la Dott. L. Casulli ed il Prof. M. Guastavigna per il contributo dato.

Per ulteriori approfondimenti: www.hyperfilm.it

Realizzazione di un Hyperfilm

L' iperfilm è un ambiente di lavoro che consente di collegare informazioni di vario genere a filmati digitali (AVI, MPG - MPEG).
Il software è composto da due parti:

  1. Un player per la sola visualizzazione del filmato
  2. Un tool per la produzione dell'iperfilm

La particolarità consiste nel fatto che il filmato non viene modificato, ma "utilizzato" per organizzare e strutturare una serie di contenuti che, a partire dal filmato stesso, ne ampliano la comunicazione e l'espressione attraverso l'uso di molteplici linguaggi.
In un iperfilm è possibile annotare, commentare, approfondire, documentare, collegare, utilizzando testi, immagini, filmati, suoni ed attivare estensioni in rete; didatticamente può apparire simile all'ipertesto, ma non è paragonabile ad esso in quanto i percorsi logici attivati e la struttura stessa dell'iperfilm sono diversi.
Le finalità formative possono essere così riassunte:

  • Esercizio consapevole delle abilità di studio
  • Rappresentazione/costruzione della conoscenza come processo aperto
  • Riflessione sull'utilizzo dei linguaggi
  • Sviluppo della creatività e del pensiero divergente


La formazione necessaria per imparare l'utilizzo di questo nuovo strumento è di circa tre ore, più altrettante di esercitazione. E' uno strumento, facile, divertente, coinvolgente, assolutamente adatto al lavoro con i ragazzi, a partire dalle classi terminali delle elementari.
La realizzazione di un iperfilm a scopi didattici richiede:

  • Software specifico
  • Adeguata strumentazione multimediale
  • Un filmato digitalizzato
  • Un attento lavoro di programmazione
  • La strutturazione preventiva dei materiali necessari

Nella scelta del filmato da usare occorre porre l'attenzione sulla sua durata: 3 - 4 minuti costituiscono il tempo ideale.
Per saperne di più:

http://www5.indire.it:8080/set/aquilone/unita/quattro/indice.htm

Sito Web: http://www.hyperfilm.it

Global News

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by Age Themes